Olivicoltura, l'impegno straordinario di Centinaio

Nuove risorse per Piano olivicolo nazionale, Xyella e gelate, partita da chiudere con un decreto legge ad hoc. I Gilet arancioni soddisfatti dopo la manifestazione di ieri a Roma

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

emiliano-e-gilet-arancioni-incontrano-centinaio-e-lezzi14feb2019regione-puglia.jpeg

Il ministro Centinaio ha confermato che sarà in Puglia il 26 febbraio prossimo, in visita alle zone olivicole colpite da Xylella e gelate
Fonte foto: © Regione Puglia

Ci sono stati tantissimi sindaci, rappresentanti dei commercianti e degli studenti accanto agli olivicoltori che ieri mattina con i Gilet arancioni hanno pacificamente invaso Roma per la più grande manifestazione di sempre dell'olivicoltura italiana.

La manifestazione è iniziata alle 10 in piazza Santi Apostoli, dove sin dalle prime luci dell’alba sono iniziati ad affluire 5000 olivicoltori dalla Puglia e da tutte le regioni italiane. In tarda mattinata, una delegazione di manifestanti, guidata dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e dall’assessore alle Risorse agroalimentari, Leonardo di Gioia, è stata infine ricevuta dal ministro alle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio. Che ha promesso interventi celeri per gelate e Xylella fastidiosa, calcando più la mano sull’approvazione del Piano d’interventi da 170 milioni per quest’ultima che alla vicenda gelate.
 

Gli obiettivi raggiunti

In arrivo due decreti legge distinti: uno per il contrasto a chi non applica le misure fitosanitarie sulla Xylella, l’altro di deroga al Sistema assicurativo incentivato che consenta l’utilizzo del Fondo di solidarietà nazionale per pagare i danni agli olivicoltori pugliesi colpiti dalle gelate di fine febbraio-inizi marzo 2018.

E sulle risorse, a sorpresa, il presidente Emiliano si dice pronto - se autorizzato dal Governo - ad utilizzare l’avanzo di amministrazione del bilancio regionale30 milioni di euro il surplus del 2017 – per aiutare gli olivicoltori colpiti dalle gelate e venire incontro alle ristrettezze di bilancio dello Stato, che in questo momento sul Fondo di solidarietà ha in tutto non più di 18 milioni di euro, mentre i danni solo delle gelate in Puglia assommano a 160 milioni. E' stata infine confermata la visita del ministro alle zone colpite dalle gelate e dalla Xyella per il prossimo 26 febbraio 2019.
 

Centinaio: Piano olivicolo, Dm Xylella, decreti legge per le gelate

"Innanzitutto le scuse, dovevamo vederci il 31 gennaio e vi ho costretti a venire qui". Inizia così il discorso del ministro Centinaio agli agricoltori pugliesi riuniti ieri in Piazza Santi Apostoli a Roma.
"Stiamo portando avanti con il sottosegretario Alessandra Pesce il Piano olivicolo nazionale sul quale metteremo risorse, oltre a quelle che aggiungeremo nella prossima legge di Bilancio, in modo tale che il comparto olivicolo torni ad essere trainante per la nostra economia".

"Sapete che mi ero speso personalmente, e ora il decreto (ministeriale, Ndr) sulla Xylella è stato fatto.", ha proseguito il ministro, "Ieri ( 13 febbraio 2019 Ndr) in Conferenza Stato-Regioni è stato approvato e adesso si parte con il decreto senza se e senza ma, i soldi ci sono. Ringrazio per questo il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, per averci messo cento milioni di euro, i presidenti di Regione e i colleghi assessori dell'Agricoltura, coordinati da Leonardo Di Gioia, per aver permesso di portare a casa il decreto. È stato un lavoro di squadra".

"Sulle misure contro i danni delle gelate ci abbiamo provato per via parlamentare e non ci siamo riusciti. Riprendiamo la questione a livello governativo con un decreto legge sulle emergenze perché questo è un problema governativo e quindi a livello governativo ci riprendiamo il problema. Dentro ci saranno gli interessi passivi, le giornate di lavoro e tutto quello che è previsto. Ci vediamo il 26 in Puglia, ditemi voi dove" ha concluso il ministro.
 

Il bilancio dei Gilet arancioni

“Il ministro Centinaio, la sottosegretaria Pesce e tutto il governo hanno preso impegni solenni davanti a 5000 olivicoltori e adesso aspettiamo con trepidazione i due decreti legge d'urgenza per far fronte alle emergenze Xylella e gelate". Così Onofrio Spagnoletti Zeuli, portavoce dei Gilet arancioni, commenta con soddisfazione i risultati ottenuti dopo la grande mobilitazione degli olivicoltori italiani in piazza Santi Apostoli, la più grande di sempre del settore.

"È stata la vittoria di un popolo unito, di uomini e donne che amano la propria terra ed il proprio lavoro al punto tale da sacrificare alle volte, come oggi, anche gli affetti più cari pur di difendere i propri diritti - ha rimarcato Spagnoletti Zeuli - Il 26 febbraio attendiamo l'arrivo di Centinaio da noi con i primi risultati concreti".

"Il ministro ha fatto sua tutta la nostra piattaforma programmatica e ci ha ringraziato per l'importante apporto al decreto Xylella, approvato ieri in conferenza Stato-Regioni, dove sono stati inseriti gli interventi per le aziende e i frantoi colpiti, da noi richiesti a gran voce – ha continuato Spagnoletti Zeuli -. Per le gelate è passata la linea del buonsenso da noi proposta, quella di un decreto legge, unica soluzione in grado di dare risposte immediate e concrete con risorse importanti per il ristoro delle aziende e dei lavoratori".

"Per fronteggiare l'emergenza occupazionale, invece, entro il 26 sarà convocato il tavolo interministeriale al ministero per lo Sviluppo economico, mentre la sottosegretaria Pesce sta già lavorando per il nuovo piano strategico nazionale dell'olivicoltura in grado di rilanciare la produzione italiana", ha detto Spagnoletti Zeuli.
 

Emiliano: "Pronti a metter mano al bilancio della Regione"

“Noi siamo al loro fianco - ha ribadito ieri il presidente Emiliano riferendosi agli olivicoltori di Puglia - quindi per noi è fondamentale che il Governo intervenga in questa vicenda. Abbiamo anche messo a disposizione del Governo la riserva madre della Regione Puglia, nel senso che il Governo potrebbe autorizzarci ad utilizzare l’avanzo di amministrazione, che ci tiene bloccato per ragioni contabili: lo mettiamo a disposizione per il risarcimento danni delle gelate”.

Sull’ultimo bilancio consuntivo, quello del 2017, l’avanzo di amministrazione della Regione Puglia assomma a circa 30 milioni di euro, una cifra frutto del risanamento finanziario, di cui Emiliano e la sua giunta vanno fieri. Una risorsa che, oggi, potrebbe essere di non piccolo aiuto, viste le ristrettezze nelle quali si muove il bilancio del ministero per le Politiche agricole.
 

L’assessore di Gioia ringrazia il ministro

“Abbiamo avuto anche l’onore – ha detto l’assessore di Gioia - di guidare la delegazione pugliese che ha incontrato il ministro Centinaio al quale rivolgiamo un ringraziamento per gli impegni assunti e per la disponibilità ad aver programmato il prossimo 26 febbraio la sua visita in Puglia e in tutti quei territori martoriati dalle gelate del 2018 e dalla Xylella".
"Il ministro
– prosegue - si è detto disponibile, cosi come avevamo chiesto lo scorso 28 gennaio, ad emanare un decreto legge sulle emergenze che, nel suo complesso, abbia grande cura e attenzione per la questione gelate. Ha, inoltre, dato disponibilità ad attivare tutti gli strumenti in deroga, di intesa con i ministri del Lavoro e dello Sviluppo economico, per sostenere i lavoratori agricoli, impegnandosi a metter in campo azioni efficaci come l'abbattimento dei mutui passivi su quelle aziende che non hanno avuto reddito e che sono, piuttosto, nella paradossale situazione di dover far fronte a dei debiti”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 185.313 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner