Nord Italia, risorse per anticipo Pac e promozione dei vini

In Lombardia l'assessorato esulta per i 250 milioni di euro sbloccati per anticipare i pagamenti diretti della Pac, mentre in Piemonte 11 milioni di euro sosterranno i progetti dell'export vitivinicolo

soldi-monete-euro-banconote-by-lukas-gojda-fotolia-750.jpeg

Risorse in arrivo per anticipo Pac ed export dei vini sui mercati terzi
Fonte foto: © Lukas Gojda - Fotolia

Piemonte

Vino, progetti di promozione sui mercati extra europei
L'assessorato regionale Giorgio Ferrero ha approvato le graduatorie dei progetti di promozione del vino sui mercati dei paesi terzi, nell'ambito della misura dell'Ocm vino annualità 2018-2019. Saranno finanziati 20 progetti regionali e 11 progetti multiregionali, per un contributo complessivo di 11 milioni di euro.

"Prosegue l'impegno della Regione Piemonte a sostegno della promozione dei vini piemontesi di qualità Dop e Igp affinché siano competitivi a lungo termine sui mercati terzi – sottolinea l'assessore all'Agricoltura – nel periodo di programmazione 2014-2020 la Regione ha approvato contributi nell'ambito della misura Ocm vino per un importo complessivo di oltre 48 milioni di euro finanziando investimenti per oltre 107 milioni di euro in 5 anni".

Nel 2018 il valore delle esportazioni di vino piemontese ha toccato quota 1 miliardo di euro, pari al 18% dell'export di vino made in Italy, grazie alle 19 Docg e alle 42 Doc che rappresentano il più alto numero tra le regioni italiane.


Lombardia

Pac, approvato l'anticipo Pac per il 2019
La giunta regionale lombarda ha dato il via libera a un plafond di 250 milioni di euro per le imprese agricole per l'anticipo dei pagamenti diretti della Pac. I fondi potranno essere erogati sotto forma di prestito, per anticipare i finanziamenti della Politica agricola comune. La Regione a luglio erogherà una quota pari al 50% delle risorse che in base alla normativa comunitaria, le imprese ricevono a partire dal mese di novembre.

"Siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo – commenta l'assessore regionale all'agricoltura Fabio Rolfisiamo riusciti a raggiungere questo obiettivo. E' una buona pratica che la Regione Lombardia aveva adottato fino al 2014, quando i beneficiari dell'anticipo in Lombardia sono stati oltre 30mila, per un totale di erogazioni di 310 milioni di euro. Da anni eravamo bloccati da una norma ingiusta che penalizzava le regioni virtuose e non consentiva di aiutare gli agricoltori lombardi, pur avendone le risorse".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.616 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner