Pomodoro da industria, come migliorare la produzione

Se ne parlerà nei due incontri di approfondimento promossi dall'Oi Pomodoro da industria del Nord Italia su sperimentazione varietale e gestione delle problematiche fitosanitarie. Il 4 dicembre 2018 alle 10.00 a Piacenza e il 7 dicembre 2018 alle 10.00 a Ostellato (Fe)

pomodori-pomodoro-campo-by-ivan-kmit-fotolia-750.jpeg

Piacenza, 4 dicembre 2018 e Ostellato (Fe), 7 dicembre 2018
Fonte foto: © ivan kmit - Fotolia

La sperimentazione varietale e le problematiche fitosanitarie del pomodoro da industria saranno al centro dei due incontri promossi dall'Organizzazione interprofessionale del Pomodoro da industria del Nord Italia in programma a Piacenza e a Ostellato (Fe), aperti alla partecipazione di tutti gli operatori del settore.
 

4 dicembre 2018

Nel primo incontro – martedì 4 dicembre prossimo alle 10 nella sala Bertonazzi del Palazzo dell'Agricoltura di via Colombo 35 a Piacenza – si parlerà di "Sperimentazione varietale e nuovi approcci di sistema alle problematiche fitoiatriche del pomodoro industria". 
Introduzione affidata al presidente dell'Oi pomodoro da industria del Nord Italia Tiberio Rabboni che presenterà l'attività e i servizi dell'interprofessione. A seguire Sandro Cornali dell'Azienda agraria sperimentale Stuard presenterà i dati dei confronti varietali 2018 a Parma e Piacenza, mentre Paolo Rendina di Sata-Cadirlab srl quelli dell'area di Piacenza e della Lombardia. Quindi Luca Sandei di Ssica (Stazione sperimentale industria conserve alimentari) affronterà il tema della caratterizzazione e valorizzazione della qualità "olistica" del pomodoro da industria made in Italy negli areali tipici di produzione. Focus finale con il bilancio fitosanitario 2018 ed approfondimento sulle infestazioni di ragnetto rosso nel piacentino con interventi di Bruno Chiusa e Ruggero Colla del Consorzio fitosanitario provinciale di Piacenza; di Rocchina Tiso del Servizio fitosanitario regionale ed Emanuele Mazzoni dell'Università cattolica del Sacro Cuore di Piacenza.
L'appuntamento è promosso dall'Oi in collaborazione con Azienda agraria sperimentale Stuard, Cadir Lab, Ssica, Consorzio fitosanitario di Piacenza, Servizio fitosanitario regionale dell'Emilia Romagna e Università cattolica del Sacro Cuore.
Scarica il programma dell'incontro del 4 dicembre
 

7 dicembre 2018

Nel secondo incontro – venerdì 7 dicembre prossimo alle 10 nella sala Corte Valle all'interno del Museo del territorio in Strada Mezzano 14 ad Ostellato (Fe) – si approfondirà il tema "Sperimentazione varietale e gestione delle problematiche fitoiatriche del pomodoro da industria". 
Dopo il discorso introduttivo del presidente dell'Oi Tiberio Rabboni, parola a Paolo Pasotti di Astra innovazione e sviluppo che presenterà i risultati dei confronti varietali 2018 in provincia di Ferrara. Quindi Loredana Antoniacci e Floriano Mazzini del Servizio fitosanitario dell'Emilia-Romagna parleranno della corretta gestione dei prodotti fitosanitari con la tutela delle acque e, la stessa Antoniacci e Riccardo Bugiani del Servizio fitosanitario dell'Emilia-Romagna tratteranno il tema della gestione anticrittogamica con bassi rapporti di rame. Intervento finale di Clelia Tosi e Anna Piana, sempre del Servizio fitosanitario regionale, sulla Ralstonia solanacearum, grave batteriosi del pomodoro. L'incontro di Ostellato è promosso dall'Oi in collaborazione con Astra e Servizio fitosanitario dell'Emilia-Romagna.
Scarica il programma dell'incontro del 7 dicembre

Per informazioni è possibile scrivere all'indirizzo info@oipomodoronorditalia.it oppure chiamare i numeri 0521 942470 o 331 6088395 (Lorenzo Mantelli, ufficio tecnico).

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner