Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Lazio, a Vinitaly in un sogno tra cibo e territorio

La regione, con 60 aziende, si mette in mostra in un padiglione dedicato, gestito in collaborazione con Arsial, che ha come tema un viaggio immaginario nei paesaggi laziali con in più un ricco calendario di eventi enogastronomici incentrati anche su cibo e olio

vino-bicchiere-bianco-bottiglia-by-igor-normann-fotolia-750.jpeg

Il Lazio a Vinitaly con un padiglione dedicato punta su enogastronomia e territorio
Fonte foto: © Igor Normann - Fotolia

Sono 60 le aziende laziali che espongono a Vinitaly, molte delle quali riunite nello stand collettivo gestito da regione e Arsial, con in mostra 185 vini.

Protagonisti i consorzi, le grandi aziende e le importanti cantine sociali di ogni parte della regione, dalla Tuscia, all'agro romano, alla Ciociaria, passando ovviamente per i Castelli.

La presenza del Lazio al salone del vino di Verona e all'adiacente salone dell'agroalimentare Sol & Agrifood è stata presentata nei giorni scorsi presso il centro culturale Moby Dick a Roma, alla presenza, tra gli altri, del presidente della regione Nicola Zingaretti, dell'assessore regionale all'Agricoltura Enrica Onorati e all'amministratore unico di Arsial Antonio Rosati.

Come lo scorso anno la scelta della regione è stata quella di raccontare il vino come entrando in un sogno che trasporta il visitatore tra le cantine, le campagne e le città, prima tra tutte Roma. Un viaggio disegnato sulla scenografia del padiglione realizzata dal Alessandra Carloni dove un viaggiatore su una mongolfiera va alla scoperta del territorio, con al centro il vino, simbolo della bellezza, di convivialità e prodotto sempre più di eccellenza di questi territori. Il vino che fa viaggiare e percorrere la bellezza del paesaggio, dentro la sua storia, la sua cultura, la sua gente, le sue tradizioni.

In calendario, poi, 28 gli appuntamenti nel padiglione Lazio e una ulteriore presentazione dedicata agli oli, presso la Sala Mantegna di VeronaFiere, con un unico filo conduttore: la rivendicazione degli spunti di unicità laziale, luogo d'origine della tradizione e della cultura vitivinicola mondiale.

Un programma curato da Agro Camera, azienda speciale della Camera di commercio di Roma, sviluppato in collaborazione con i comuni, i consorzi di tutela, i Gal, le università, le associazioni di settore, e valorizzerà il tema della tradizione enogastronomica regionale in collegamento con l'anno internazionale del cibo italiano nel mondo.

Come ogni anno saranno presenti in stage anche i ragazzi delle scuole alberghiere che saranno coinvolti nell'evento 'il territorio in tavola', a loro appositamente dedicato che premierà la squadra che avrà saputo rappresentare e raccontare meglio il proprio territorio.

Nella giornata di oggi, martedì 17 aprile, sarà invece protagonista Antonello Colonna, lo chef che forse più di ogni altro a livello internazionale interpreta l'essenza di Roma. E si chiuderà mercoledì con un evento gastronomico dedicato al cammino del cibo: Roma e Lazio a food experience.

Tutti i giorni saranno proiettati anche i video realizzati dall'Agenzia del turismo della regione, percorsi ideali tra monumenti, opere d'arte e meraviglie paesaggistiche all'interno dei quali cresce l'economia produttiva del Lazio. Tra questi anche il video interamente dedicato al patrimonio di storia e natura dei comuni del Lazio colpiti dal sisma del 2016.

Fonte: Regione Lazio

Autore: M G

Tag: agroalimentare vino fiere vinitaly

Temi caldi: Vinitaly 2018

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner