DiVento, il vino che aiuta le bambine di strada

Il ricavato delle 1200 bottiglie di DiVento, il progetto solidale dell'associazione Donne della Vite, sarà interamente donato ad Amani per finanziare il progetto della Casa di Anita

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

divento-fonte-donne-della-vite1.jpg

DiVento, il progetto solidale dell'associazione Donne della Vite

L'associazione Donne della Vite presenta il progetto solidale DiVento, il vino prodotto durante la vendemmia 2016. Il nome DiVento deriva dalla forza del divenire, della trasformazione, del cambiamento. Un cambiamento simbolicamente rappresentato e favorito dal vento che soffia nella direzione di un ambiente migliore e di una società più equa, nella quale ognuno possa diventare quello che desidera.

Il progetto
DiVento nasce dalla forza degli ideali di un gruppo che ha unito professionalità, cuore e mente per realizzarlo. E’ un vino bianco, fresco e aromatico, prodotto con un’attenzione speciale alla sostenibilità, dalla scelta delle uve, ottenute con metodi di coltivazione a basso impatto ambientale, alla trasformazione, con l’applicazione delle migliori tecniche di vinificazione e di controllo disponibili in campo enologico, al packaging, realizzato con materiali provenienti da materie prime rinnovabili e riciclabili.

Una rete di partner di cui fanno parte Vcr, Vivai Cooperativi Rauscedo, Cantina Tuscania, Enoplastic, Enovetro, Isvea, Lallemand Italia Nomacorc, Ovis Nigra, Pandolfini e Promuovere ha sostenuto il progetto sostenibile e solidale delle Donne della Vite rendendo possibile la creazione e produzione di DiVento.

DiVento sarà un vino solidale perché contribuirà a restituire alla vita bambine traumatizzate dalla strada, spesso dall’abbandono o dalla violenza familiare, cresciute in bande randage nella miseria degli sterminati slum di Nairobi. I fondi raccolti saranno destinati alla Casa di Anita, intitolata alla memoria di Anita Pavesi, giudice onorario del tribunale dei Minori di Milano, scomparsa nel 1998 dopo venti anni di straordinario impegno sociale, il progetto della onlus Amani.

Amani
E' un'associazione no profit che si impegna per affermare il diritto dei bambini e dei giovani ad avere un’identità, una casa protetta, cibo, istruzione, salute e l’affetto di un adulto. Dal 1995 Amani istituisce e sostiene case di accoglienza, centri educativi, scolastici e professionali in Kenya, Zambia e Sudan. Da allora offre ogni giorno opportunità e alternative concrete a migliaia di bambini e bambine costretti a vivere sulla strada nelle grandi metropoli, nelle zone rurali e di guerra. Amani ha carattere laico, apolitico e indipendente. Organizzazione non governativa riconosciuta dal ministero degli Affari esteri, ha sede legale a Milano e gruppi locali attivi in diverse città italiane.

Come acquistare il vino DiVento?
E' possibile prenotare il vino DiVento direttamente cliccando sull'apposita pagina sul sito web. Basterà inserire nell’apposito modulo i dati e specificare la sede del ritiro o l’indirizzo di spedizione se si decide di optare per l’invio a mezzo corriere.

Il ricavato delle 1200 bottiglie di DiVento, che saranno disponibili a partire dagli inizi di dicembre più alcune magnum che saranno successivamente oggetto di un’asta, sarà interamente donato ad Amani per finanziare il progetto della Casa di Anita.

DiVento si può avere con un'offerta libera.
Il prezzo base è di 10,00 euro a bottiglia (escluse le spese per l'eventuale spedizione a domicilio), ma, se si vuole, è possibile donare qualcosa in più per la casa di Anita a Nairobi, tutto andrà ad Amani e al suo progetto di recupero e accoglienza delle bambine di strada.
Gli ordini saranno evasi dopo aver ricevuto conferma di avvenuto pagamento.

Associazione Amani - sito - youtube - facebook

Associazione Donne della Vite - sito - facebook -  twitter

Per acquistare il vino DiVento clicca QUI

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.946 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner