Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Ma la zootecnia inquina?

L'impatto ambientale degli allevamenti biologici sarà al centro del convegno organizzato da ZooBioDi che si terrà il 3 novembre a Sant'Angelo Lodigiano, nei pressi di Lodi

Angelo Gamberini di Angelo Gamberini

bovino-primissimo-piano-orangeaurochs.jpg

Produrre di più con meno risorse. Uno degli interrogativi ai quali il convegno si propone di dare risposta
Fonte foto: Orangeaurochs

Con frequenza si leggono commenti che esprimono preoccupazione per l'impatto ambientale degli allevamenti, imputati di consumare troppe risorse, altre ancora di essere motivo di polluzione ambientale e persino concausa delle eccessive emissioni di anidride carbonica responsabili della modifica del clima e del riscaldamento globale.
Cui si aggiungono le accuse di emissioni di metano, in particolare da parte dei bovini, corree nel contribuire all'allargamento del buco nell'ozono.

A volte argomenti utilizzati per sostenere talune tesi ambientaliste, altre volte motivo di studio e di attente valutazioni scientifiche che collocano l'argomento nei binari della correttezza.
 

La zootecnia biologica

E' quanto si propone il convegno dal titolo “L'allevamento biologico migliora l'impatto ambientale?” che si terrà venerdì 3 novembre a Castello Bolognini di Sant'Angelo Lodigiano, nei pressi di Lodi.

A organizzare il convegno è Zoobiodi, acronimo dell'associazione italiana di zootecnia biologica e biodinamica, in collaborazione con il ministero per le Politiche agricole e con il Crea, il Consiglio per la ricerca in agricoltura.
 

Il programma

I lavori congressuali prenderanno il via con la presentazione del giornalista Giovanni de Luca e proseguiranno con l'intervento di Andra Rosati (European federation of animal science) sul tema del dualismo fra impatto ambientale ed esigenza di incremento delle produzioni animali.

Seguirà l'intervento di Cesare Castellini (Università di Perugia) che si occuperà del rapporto fra piante e animali e relazioni sull'ambiente, il benessere e la qualità delle produzioni zootecniche.

A Giacomo Pirlo (Crea) sarà affidato il compito di illustrare il progetto e i risultati di “ViaLatteBio”, che con il contributo del Mipaaf ha preso in esame gli itinerari tematici e la valutazione della fattibilità per la conversione di allevamenti di bovini da latte.

Il convegno, che prenderà il via alle 9 del mattino, si concluderà nel pomeriggio con il premio di laurea ZooBioDi.

La partecipazione è aperta e gratuita. Maggiori informazioni si possono leggere a questo indirizzo web

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: convegni biologico ambiente

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 19 ottobre a 132.663 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy