Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Il prosciutto di Parma parla giapponese

E' il primo prodotto non giapponese a essere riconosciuto come Indicazione geografica dal governo del Sol Levante

prosciutto-parma-indicazione-geografica-092017-giappone-fonte-prosciuttodiparma.jpg

Il Prosciutto di Parma potrà contare sullo stesso livello di tutela di cui gode in Europa

Importante traguardo per il Prosciutto di Parma, primo e unico prodotto non giapponese a essere riconosciuto come Indicazione geografica dal governo del Sol Levante.

La cerimonia ufficiale si è tenuta a fine settembre nella prefettura di Chiba presso Aeon mall Makuhari New City alla presenza delle autorità locali e di molti ospiti.

L’evento è stato soltanto l’ultimo anello di un lungo iter burocratico e politico che ha avuto lo scopo di accertare e conoscere da vicino il Prosciutto di Parma e il metodo di lavorazione.

"Siamo orgogliosi di questo risultato che premia gli sforzi dei nostri produttori e che conferma l’indubbia qualità del Prosciutto di Parma, un prodotto che richiede tempo, fatica e che segue delle rigide regole imposte dal disciplinare" ha dichiarato Stefano Fanti, direttore del Consorzio del Prosciutto di Parma.

Con questo riconoscimento, il Prosciutto di Parma potrà contare sul medesimo livello di tutela di cui gode attualmente in Europa. Il prodotto diventerà ancora più riconoscibile sul mercato nipponico per i consumatori grazie all’applicazione del logo della Ig giapponese in etichetta. Questo permetterà di diffondere il concetto di Dop e racconterà sempre meglio le caratteristiche che lo rendono unico al mondo.

Il Consorzio del Prosciutto di Parma ha sempre riservato una grande attenzione all’attivazione di sistemi di tutela della denominazione e del marchio.
Al di fuori dei confini europei, la registrazione del marchio si è dimostrato il metodo più efficace, ma il riconoscimento come Indicazione geografica permette di rafforzare la tutela del prodotto perché, alla protezione diretta del Consorzio sui diritti di proprietà intellettuale, si aggiunge l’attività di tutela ufficiale da parte delle autorità locali.

"È un passo significativo – ha continuato Fanti – che ci auguriamo possa aprire la strada ad altri prodotti italiani ed europei a indicazione geografica per l’ottenimento della registrazione tramite l’Accordo bilaterale Ue-Giappone".

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia
Irritec

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 7 dicembre a 134.345 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy