Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Manutenzione prevista per il 22 agosto I nostri siti non saranno raggiungibili fra le 9 e le 13
Una Mano per i Bambini

Carne bovina, parola d'ordine distintività

Ai nostri allevatori non mancano i mezzi tecnici per proporsi sul mercato con un prodotto gustoso, ma ottimizzato sotto il profilo nutrizionale. Questo uno dei temi della seconda edizione del Nutreco farm academy beef

Alessandro Amadei di Alessandro Amadei

Info aziende
bovini-ingrasso-veneto.jpg

Alcuni dei vitelloni d'origine francese allevati nelle stalle dell'azienda agricola Al.Be. di Campodarsego che ha ospitato la seconda edizione del Nutreco farm academy beef
Fonte foto: © Allevatori Top

Per i nostri ingrassatori del Nord-Est sono tempi duri. Tra i prezzi del ristallo francese in continua tensione e i consumi di carne bovina in inesorabile flessione, stare in piedi diventa una questione di alchimie. In questo sconfortante quadro può tuttavia risultare strategico proporsi sul mercato con una carne particolare, gustosa e digeribile ma al tempo stesso "naturalmente migliorata" dal punto di vista nutrizionale. Cioè povera di colesterolo e ricca di acidi grassi salutari come Cla e Omega 3.

E' quanto è riuscita a fare l'azienda agricola Al.Be. di Campodarsego (Pd), l'allevamento di bovini da carne della famiglia Andretta che ha ospitato la seconda edizione della "Nutreco farm academy beef".
Il segreto? Come hanno potuto appurare gli oltre cento allevatori che hanno preso parte all'evento, non c'è un singolo segreto, ma quel giusto cocktail di fattori - benessere animale, uso responsabile del farmaco, alimentazione curata, management attento e capace - che sono oggi alla base di qualsiasi impresa zootecnica di successo.

Certo, l'attenzione concessa alla composizione e alla preparazione della miscelata qui assumono un ruolo di assoluto rilievo. E non parliamo degli ingredienti di base, quasi tutti di provenienza extra-aziendale vista la limitata disponibilità di terreno di cui soffre l'azienda, quanto piuttosto della concomitante presenza di almeno tre fattori agenti in stretta sinergia: una razione particolare, caratterizzata dal basso tenore proteico e dall'elevato contenuto energetico (amido e grassi), prodotta quotidianamente con la massima attenzione e distribuita una volta al giorno; l'inserimento in razione di un nucleo di produzione aziendale, che garantisce un'integrazione uniforme all'intero effettivo e dunque prestazioni omogenee; un carro miscelatore dai coltelli ben affilati che tagliano la razione in modo regolare e soprattutto preservano l'integrità fisica della componente fibrosa, per sbarrare così la porta all'acidosi ruminale, altrimenti probabile visti gli elevati livelli di amido.

Ma forse il vero snodo è dato dai componenti della già citata premiscela prodotta in azienda, offerta in ragione di 0,8-1,2 kg capo giorno: oltre alle fonti proteiche o comunque "classiche", qui ci sono anche i semi di lino estrusi, che garantiscono un elevato apporto di acidi grassi insaturi Omega 3, e un particolare integratore che arricchisce la razione di Cla e di acidi grassi insaturi Omega 6.
In virtù di un nucleo così concepito, il tenore proteico dell'intera razione può essere contenuto (11,5-12% nei maschi) senza ripercuotersi negativamente sulle performance di crescita, e le rese di macellazione vanno addirittura al di sopra degli standard di razza. Per non parlare della qualità della carne, degna del nutrizionista più esigente ma anche del più raffinato gourmet.

L'allevamento è la tua vita?

L'indirizzo giusto è questo: www.agronotizie.it/allevatoritop
Scarica un estratto, ricevi i primi tre numeri gratis
e contatta lo staff della nuova rivista Allevatori Top

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Allevatori Top

Autore:

Tag: carne alimentazione animale bovini

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 3 agosto a 131.904 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy