Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Mastro apicoltore, un corso a 360 gradi della Fondazione Edmund Mach

E' partita l'iniziativa formativa professionalizzante di 608 ore per apicoltori organizzata a San Michele all'Adige, che spazierà su tutti gli aspetti del settore, dalla biologia al marketing

api-varroa-750-by-fondazione-edmund-mach.jpg

Un gruppo di api operaie, dove si vedono anche due esemplari di varroa, il temibile acaro che piaga l'apicoltura mondiale
Fonte foto: © Fondazione Edmund Mach

E' ufficialmente partito con una giornata aperta la prima edizione del corso per per divenire apicoltori professionisti organizzato dalla Fondazione Edmund Mach.

Il corso, a cui parteciperanno docenti da tutta Italia, avrà una durata di 608 ore e si svolgerà fino a dicembre presso il campus di San Michele all'Adige.

Così il 2 febbraio è stato presentato il piano didattico e il seminario sull'apicoltura tenuto da Antonio Belletti, presidente del Consorzio Apicoltori della Provincia di Gorizia e collaboratore dell'università di Udine, uno dei maggiori esperti italiani della gestione economica dell'azienda apistica.

Durante il corso saranno affrontati aspetti teorici e pratici legati al mondo delle api e dell’apicoltura, dalla biologia delle api, alla storia dell’apicoltura alle problematiche burocratiche e di marketing.

Il corso si compone di nove moduli per un totale di 402 ore di lezione frontale e 126 ore di attività pratico laboratoriali internamente alla Fondazione Edmund Mach. A queste seguiranno 80 ore di attività pratiche presso i partner professionali dell'iniziativa.

Tra i partner ci sono le principali istituzioni, gruppi di ricerca e realtà produttive nel campo dell'apicoltura in Italia. Tra queste figurano Agripharma, apicoltura Metalori, Associazione apicoltori Valle di Sole, Pejo e Rabbi, Associazione apicoltori in Vallagarina, il laboratorio di analisi Leochimica srl.

Il trend di questi ultimi anni - ha spiegato Belletti - ha portato ad una diminuzione del numero complessivo di apicoltori e ad un aumento delle aziende professionali ad indirizzo apistico sostenute da un programma di sviluppo rurale che definisce come prioritari i requisiti quali biodiversità e sostenibilità”.

Entrando ancor più nello specifico – ha aggiunto Belletti – si osserva come le aziende professionali stiano avendo un ricambio generazionale e sono condotte da giovani con propensione all’investimento e alla multifunzionalità con particolare attenzione alla produzione, al servizio di impollinazione e all’apiterapia”.

Si ricorda che per chi volesse seguire i singoli moduli c'è ancora la possibilità di iscriversi, e tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina web del corso.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 19 ottobre a 132.663 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy