Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Caserta, la crème della zootecnia da latte italiana torna sui banchi di scuola

Grande successo per la terza edizione del Cirio Agricola Dairy Meeting tenutosi dal 7 al 9 febbraio alla presenza dei migliori allevatori della Penisola. Focus sulle tendenze del settore e sui segreti delle big farm d’Oltreoceano

Alessandro Amadei di Alessandro Amadei

zootecnia-da-latte-convegno-ciriodairymeeting-febbraio-2017-by-alessandro-amadei.jpg

Un momento dell'incontro
Fonte foto: © Alessandro Amadei

Misurare per conoscere il dato, porsi un obiettivo concreto e crescere. È questo, forse, uno dei tanti insegnamenti appresi dai quasi trecento allevatori provenienti da ogni angolo della Penisola che negli scorsi giorni hanno partecipato alla terza edizione del Cirio Agricola Dairy Meeting. Una tre-giorni di incontro e confronto svoltasi tra i capannoni della Fagianeria – l’allevamento da 1.500 vacche in lattazione di Cirio Agricola – e la sala convegni di un albergo di Caserta, in cui i convenuti hanno potuto riflettere sulle tendenze in atto nel settore, oggi più che mai sottoposto a una crescente pressione competitiva, e ascoltare i consigli forniti dai docenti e dai colleghi d’Oltreoceano, che in fatto di competizione e di grandi numeri, ma anche di organizzazione aziendale, sono da considerare all’avanguardia. Il tutto grazie alla regia della direzione di Cirio Agricola e alla fattiva collaborazione delle sei aziende partner dell’iniziativa (Alta Genetics, Dinamica Generale, Granda Team, Rota Guido, Tdm e Zoetis).

Temi "sentiti"
Tre, in particolare, i filoni tematici affrontati nel corso del convegno, che non a caso coincidono con alcuni degli ambiti gestionali in cui le aziende italiane presentano, quanto meno a giudizio degli organizzatori, ampi margini di miglioramento: lotta allo stress termico, un problema ricorrente visto che si ripropone puntualmente ad ogni estate; applicazione di adeguate strategie di gestione tecnico-economica, in grado di rendere più efficiente e sostenibile l’attività di produzione di latte; gestione del personale e della cosiddetta “transizione generazionale”, ovvero del passaggio del testimone aziendale ai propri figli. E se i primi due argomenti hanno incontrato il vivo interesse dei presenti (tra gli imperativi categorici emersi, quello di misurare per conoscere e per migliorare), con l’ultimo tema, abitualmente poco trattato in occasione dei convegni tecnici, gli organizzatori hanno fatto veramente bingo. Se non altro a giudicare dall’autentica sfilza di domande provenienti dall’uditorio, maschile e soprattutto femminile.

Leader e non boss
In cattedra, per l’occasione, gli esponenti della famiglia Pagel, titolare nel lontano Wisconsin di un piccolo impero del latte fatto di tre grandi allevamenti, un caseificio, alcuni punti vendita aziendali e un maxi-ristorante. Ebbene, a detta di Jamie Pagel, direttrice operativa del gruppo, è molto più facile gestire le 13.000 vacche in lattazione che i quasi 300 dipendenti in forza alle aziende di famiglia. Tra i fattori determinanti nel motivare il personale, renderlo più performante e rallentarne il turn-over, una corretta comunicazione, scritta (di diritti e doveri) e verbale. Fatta nella lingua del dipendente (anche negli Usa il personale è straniero) e all’insegna del massimo rispetto reciproco; il segreto – ha suggerito Jamie – è che il titolare dell’azienda sia sempre visto come un leader, uno che si mette in gioco in prima persona, e non come un semplice capo che impartisce ordini.
Delicatissimo anche il rapporto con i figli: dai Pagel la regola è che i giovani studino, ma che prima di fermarsi in azienda (supposto che ciò sia a loro gradito) debbano intraprendere un’esperienza di lavoro di almeno tre anni lontano dalle protettive mura domestiche. In stalla non c’è proprio spazio per i “bamboccioni”…

L'allevamento è la tua vita?

L'indirizzo giusto è questo: www.agronotizie.it/allevatoritop
Scarica un estratto, ricevi i primi tre numeri gratis
e contatta lo staff della nuova rivista Allevatori Top

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Allevatori Top

Autore:

Tag: allevamento convegni latte zootecnia gestione aziendale

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 19 ottobre a 132.663 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy