Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Manutenzione prevista per il 22 agosto I nostri siti non saranno raggiungibili fra le 9 e le 13
Una Mano per i Bambini

Grape Field Tour, le soluzioni di Syngenta contro peronospora e oidio in viticoltura

Durante la tappa abruzzese del Grape Field Tour i viticoltori hanno potuto conoscere le soluzioni per la difesa da peronospora e oidio che Syngenta ha lanciato sul mercato e quelle in fase di sviluppo

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

Info aziende
grape-field-tour-2017-syngenta.jpeg

Il Grape Field Tour 2017 ha fatto tappa a Controguerra, in Abruzzo
Fonte foto: Agronotizie

La peronospora è il principale nemico del viticoltore. Se quest'anno, grazie ad una primavera e ad una estate asciutte le infezioni non si sono sviluppate particolarmente, in anni come quello passato gli agricoltori hanno dovuto combattere per portare in cantina uva sana e in quantità.

Durante la tappa di Controguerra (in provincia di Teramo) del Grape Field Tour 2017 i viticoltori hanno potuto conoscere quali sono i prodotti per la difesa che Syngenta ha messo in commercio o che lancerà nei prossimi anni.

"L'azienda Montori, che ci ospita, ha protetto le sue vigne seguendo il protocollo di difesa messo a punto da Syngenta e che comprende le novità per il 2017: Ampexio, Pergado D e Quartet", spiega ad AgroNotizie Francesco Raichini, field crop expert specialties di Syngenta.

Ampexio è un fungicida a base di mandipropamide e zoxamide, due principi attivi ad azione sinergica che offrono un ottimo controllo della peronospora. I trattamenti con Ampexio sono fondamentali dopo il periodo di fioritura perché in questo modo si garantisce una difesa dell'acino in accrescimento, anche dall'insidiosa peronospora 'larvata' e una elevata resistenza al dilavamento. Il prodotto può anche essere utilizzato efficacemente nei primi stadi di vita della vite.

Per difendere la pianta negli stadi fenologici iniziali l'agricoltore può utilizzare anche Pergado D, a base di mandipropamide e dithianon. Questo fungicida penetra rapidamente nella vegetazione, presenta una eccellente resistenza al dilavamento e protegge le foglie in accrescimento e i grappolini. Inoltre è in grado di bloccare lo sviluppo dell'infezione in 24-48 ore.

Quartet è invece la soluzione adatta per ogni stadio fenologico della vite. A base di fosfonato disodico, è un antiperonosporico sistemico che penetra velocemente nei tessuti vegetali e si disloca all'interno della pianta. Esercita una attività antimicotica diretta e indiretta, attraverso lo stimolo delle difese della pianta.

Per il controllo dell'oidio Syngenta ha lanciato diversi nuovi prodotti quest'anno. Topas Combi, formulazione liquida, che associa l'azione sistemica del penconazolo a quella di contatto dello zolfo. Topas 2.5WG è invece una nuova formulazione a minore contenuto di sostanza attiva per rispondere alle esigenze della Gdo in termini di residui. In commercio ci sarà anche Topas 33 in sospensione concentrata.

Ma Syngenta guarda anche al futuro proponendo nuove famiglie chimiche che possano garantire una difesa completa contro l’oidio.

La linea Tiovit, antimicotico a base di zolfo, si arricchirà l'anno prossimo con la formulazione liquida. Mentre tra qualche anno verrà commercializzata una nuova sostanza fungicida su cui stanno lavorando i ricercatori Syngenta, Adepidyn.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: agrofarmaci fungicidi innovazione peronospora Syngenta in campo 2017 oidio

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 3 agosto a 131.904 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy