Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Sostenibilità misurabile

Sostenibilità in agricoltura: la partnership Farm Network della Divisione Crop Protection di BASF e il caso "carota sostenibile"
Info aziende
basf-sostenibilita-carota.png

La sostenibilità secondo BASF

In principio fu il bisogno di produrre sempre più cibo. Poi si aggiunse a tale esigenza anche quella di produrre cibo sì, ma di qualità. Infine, quantità e qualità si è compreso che anch'esse necessitavano di essere integrate da un nuovo approccio culturale all'agricoltura: le produzioni di cibo dovevano anche diventare sostenibili in ottica di lungo periodo.

In tal senso si sono mossi anche i produttori di agrofarmaci, come BASF, la quale ha formulato soluzioni innovative sempre più allineate alle esigenze del territorio in accordo con l'esigenza di farsi ambasciatori di un'agricoltura concretamente sostenibile, ispirati dai bisogni del mondo produttivo.

A conferma, la collaborazione con partner di filiera per valorizzare "L’agricoltore, il più grande lavoro sulla terra", salvaguardando un ritorno economico per il produttore.
 

Il Farm Network

Farm Network è una partnership tramite la quale BASF intende supportare l’agricoltura sostenibile promuovendo un modello di agricoltura che coniughi l’impiego di agrofarmaci e l’applicazione di pratiche agricole con il rispetto delle risorse del pianeta.




Testato nel corso degli ultimi tre anni presso l’azienda orticola OrtoSole (RM), il modello dimostra come la proposta BASF sia perfettamente applicabile ad una azienda agricola moderna, economicamente competitiva e rispettosa di ambiente e territorio.


Risultati concreti e sostenibili

Fra i case history possibili spicca il modello "carota sostenibile". Le esperienze di campo condotte in OrtoSole su carota ricalcano infatti le esigenze del produttore, ovvero razionalizzare i costi, ridurre l’impatto ambientale e aumentare l'efficienza della gestione agronomica. Obiettivo: massimizzare il profitto per l'azienda agricola nel rispetto delle mutate esigenze in termini di sostenibilità.


I benefici vanno però dimostrati e sono state quindi previste due tesi da mettere a confronto: la prima espressione dell'approccio "convenzionale" alle produzioni agricole, la seconda nel rispetto dell'approccio "sostenibile". I risultati del primo biennio dimostrano come l’approccio sostenibile aumenti produzione e qualità, con una crescita media del +16% in peso del prodotto di prima categoria.


Sul fronte dei costi di produzione, aspetto da considerare con grande attenzione viste le oscillazioni sempre più frequenti dei prezzi all’origine dei prodotti agricoli, la "carota sostenibile" consente un risparmio pari a 274 euro/ettaro, grazie alle minori spese legate a nutrizione e difesa. Rilevante, sul fronte opposto, l’aumento del valore della produzione, pari a 522 euro/ettaro, grazie alla maggiore resa commerciale ottenuta.


Perché la sostenibilità, oltre che essere ambientale e sociale, è bene ricordare che deve anche essere economica.

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 3 agosto a 131.904 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy