Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Olivicoltura: l'innovazione è qui

Ricerca, soluzioni per la difesa e la fertilizzazione, novità per la gestione dell'olivo e l'estrazione dell'olio. Se n'è discusso lo scorso 9 marzo ad Andria in occasione dell'evento conclusivo della 5° edizione di "Vigna e olivo"

Info aziende
vigna-e-olivo-20170309-andria-fonte-arptra.jpg

L'incontro si è tenuto ad Andria lo scorso 9 marzo

Si è chiusa lo scorso 9 marzo all'hotel "L'Ottagono" di Andria la 5° edizione di "Vigna e olivo: tra innovazione e sostenibilità", la convention organizzata dall'Associazione Vento di Maestrale, con il secondo appuntamento dedicato all'olivo e all'olivicoltura innovativa a cui hanno partecipato circa duecento persone.

I lavori sono stati coordinati dal vicepresidente Arptra, Gianluca Chieppa. Dopo i saluti di Gerardo Tedesco presidente dell’associazione “Vento di Maestrale” e di Vittorio Filì presidente Arptra, è stato l'agronomo Nico Panaro a prendere la parola e a presentare l'“Agricoltura integrata: nuove opportunità per la certificazione di prodotto e Psr-Puglia”.

Giovanni Melcarne, presidente del Consorzio di tutela dell'olio Dop Terra d’Otranto ha trattato il tema de “La minaccia Xylella fastidiosa alle porte dell’olivicoltura barese”. Melcarne ha fatto il punto della situazione sull’attuale stato di emergenza dell’areale olivicolo salentino e della conseguente minaccia che incombe sull’olivicoltura barese a causa del batterio Xylella Fastidiosa. A fine intervento, Melcarne ha ricevuto da Filì, a nome dell’Arptra, un riconoscimento per aver ridato, con le sue osservazioni scientifiche, speranza all’olivicoltura salentina afflitta dal batterio.
 
La professoressa Maria Lisa Clodoveo, docente di Scienze e tecnologie alimentari dell'Università di Bari Aldo Moro, e il professor Riccardo Amirante, docente di Macchine e sistemi per l’energia e l’ambiente Politecnico di Bari, sono intervenuti in merito a “Olio e innovazione: la nuova frontiera dell’estrazione con ultrasuoni” (Strategies in the development of innovative virgin olive oil extraction plants - Il prototipo per il futuro dell'olio extravergine di oliva). Quella dell’estrazione dell’olio con ultrasuoni, rappresenta una vera rivoluzione nell’impiantistica olearia. Nata da un progetto innovativo made in Puglia, questo nuovo tipo di estrazione permette di ottenere aumenti nelle rese e miglioramento delle caratteristiche nutraceutiche dell’olio extravergine d’oliva che mantiene così elevati gli standard qualitativi conservando i pregi organolettici di un prodotto dalle eccelse proprietà salutistiche.

Sono poi seguiti gli interventi delle aziende per quanto riguarda le “Avversità fitopatologiche dell’olivo e strategie di difesa”:
Andrea Bergamaschi - Upl, Evoluzione del controllo dei parassiti fungini dell'olivo
Domenico Bitonte - Sipcam Italia, Non solo difesa
Luigi Evangelista – Gowan, Spada 50 WG Molti parassiti un'unica soluzione
Gianpaolo Destefani - Dow AgroSciences, Bollettino tecnico informativo Spinetoram
Filippo Rotunno – Biogard, Strategia di difesa per l'olivicoltura biologica
Giuseppe Cortese – Bayer, Strategia per il controllo di lebbra e occhio di pavone negli oliveti meridionali
Giuseppe Rosa - BASF
Francesco Billero - Adama, Legacy plus - la nuova soluzione per il loietto resistente su olivo
Vincenzo Losacco – Cheminova FMC, Spotlight Plus per la gestione e il controllo dei polloni dell'olivo
Rolando Del Fabbro – Manica, Azione globale del rame nel contenimento delle patologie dell'olivo
 
Per quanto riguarda le “Nuove proposte per la fertilizzazione sostenibile dell’olivo” sono intervenuti:
Riccardo Larosa – Biovegetal, Biovegetal: la biofertilizzazione è una questione di vitalità
Franco Vitali – Biolchim, Biolchim per la concimazione dell'olivo in agricoltura biologica
 
L'evento si è concluso con un momento conviviale organizzato grazie agli studenti dell’Itas “Pavoncelli” di Cerignola coordinati dal dirigente scolastico Pio Mirra, al corpo docente e al personale tecnico, che, grazie alla collaborazione con Finagri Srl, Inchingolo Srl e Vivai Campana, hanno omaggiato i presenti con degustazioni di produzioni vinicole dello storico istituto.

L'evento è stato patrocinato dall'Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali della Provincia di Bari, dal Collegio dei periti agrari e dei periti agrari laureati di Barletta-Andria-Trani, dall’Accademia dei Georgofili sezione Sud Est, dall’Accademia pugliese delle Scienze, dall’Arptra, Associazione regionale pugliese tecnici e ricercatori in agricoltura, e dal Centro di ricerca dell’olivo, dell’olio e delle olive da mensa.

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 7 dicembre a 134.345 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy