Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

Autorizzazioni eccezionali: tocca all’1-3 dicloropropene e non solo

Normativa nazionale
A un anno dall’entrata in vigore della nuova procedura per il rilascio delle autorizzazioni eccezionali il meccanismo sembra avere migliorato i tempi di risposta, anche se in alcuni casi la cronica mancanza di alternative ha reso consuetudine l’eccezionalità.

Non siamo quindi sorpresi dalla conferma dell’insostituibilità dell’1,3-dicloropropene quale fumigante nematocida per tabacco, melone, carota, fragola, pomodoro, melanzana, zucchino, peperone, insalate, radicchio, erbe aromatiche, barbabietola da seme, cetriolo e floreali: il Servizio Fitosanitario Centrale ha dato il via libera alla procedura lo scorso 17 gennaio.
Vedremo se le importanti misure di mitigazione imposte da due anni a questa parte verranno mantenute: la notevole perizia degli operatori sempre più specializzati e l’assenza di eventi rilevanti potrebbe suggerire un ammorbidimento nella concessione delle autorizzazioni, anche perché spesso non vi sono le risorse per effettuare i controlli.

Secondo anno consecutivo per il dimetil disolfuro, che affiancherà l’1-3 dicloropropene contro i nematodi di pomodoro, zucchine, melanzane, cetriolo, melone, lattuga e peperoni.

Anche il riso si prepara alla battaglia: ai veterani di mille diserbi pretilachlor, propanile, quinclorac si affiancano le new entries napropamide e clethodim, contro la fusariosi entra in campo la miscela conciante triticonazolo+procloraz e contro la piricularia debutta lo zolfo per le risaie in biologico.

Sempre più importante il cece per il quali si renderanno disponibili i diserbanti aclonifen, imazamox+pendimetalin, cicloxidim e isoxaflutole e i fungicidi azoxystrobin e clorotalonil+tebuconazolo contro l’antracnosi.

Contro la Psa dell’actinidia saranno disponibili forchlorfenuron, acibenzolar-S-methyl, il rame e la laminarina.

Su vite si conferma contro la cocciniglia il feromone lavandulyl senecioate contro la cocciniglia cotonosa.

Contro il flagello Halyomorpha halys saranno disponibili acetamiprid (su nocciolo, sorgo, soia), deltametrina e thiacloprid (su pesco, ciliegio, albicocco,melo e actinidia, deltametrina anche su nocciolo).

Su fragola saranno invece disponibili acetamiprid (afidi e aleurodidi), eugenolo, geraniolo, timolo e Aureobasidium pullulans (botrite).

Chiude questa prima tornata la disponibilità di Bacillus thuringiensis var. Kurstaki contro i lepidotteri della quercia da sughero.

Ricordiamo che i prodotti potranno essere utilizzati dopo aver superato il vaglio delle autorità italiane che esamineranno la documentazione presentata dalle aziende produttrici.

Contrariamente a quanto si è verificato nel 2016, il tutto è stato presentato con minore ritardo (per non dire con un certo anticipo) e quindi le tempistiche di utilizzo dei formulati dovrebbero essere rispettate. Alcune emergenze erano state segnalate nell'articolo dello scorso anno.

Approfondimenti per studiosi, addetti ai lavori o semplicemente curiosi
  1. Portale del ministero della salute relativo alle autorizzazioni in deroga per emergenza fitosanitaria
  2. Linea guida per le autorizzazioni in deroga per emergenza fitosanitaria

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 22 giugno a 131.876 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy