Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

È arrivata la nuovissima App “Gowan Italia”

La difesa delle colture sempre con te, gratuitamente, ovunque ti trovi!

Info aziende
app-gowan.jpg

L'Applicazione gratuita

Gowan Italia intende festeggiare i 50 anni del Gruppo con un regalo speciale per tutti gli operatori del settore.
Gowan, Gruppo internazionale con sede a Yuma in Arizona (Usa), è stato fondato dalla famiglia Jessen, tuttora al vertice, nel 1963. In questo mezzo secolo ha saputo svilupparsi ed espandersi nel mondo, arrivando a poter contare su realtà nazionali molto importanti, come ad esempio Gowan Italia S.p.A.
E proprio Gowan Italia nel 2013 vuole celebrare questa ricorrenza mettendo a disposizione della propria clientela - imprenditori agricoli, tecnici e consulenti impegnati nella difesa delle colture - una utilissima Applicazione per tablet e smartphone, assolutamente funzionale e gratuita.

Installa gratuitamente l’applicazione “Gowan Italia” sul tuo smartphone o tablet
Per “iPhone” e “iPad”: accedi all’AppStore
Per dispositivi “Android”: accedi a GooglePlay


 
Una volta installata, la App “Gowan Italia” consente in qualsiasi momento di consultare le avversità di ogni singola coltura e conoscere le varie possibilità di trattamento, senza necessità di connessione internet.
Oltre alla navigazione per coltura (impieghi) e per avversità, gli agrofarmaci sono individuabili anche per categoria e ordine alfabetico.
Ogni scheda di prodotto ne presenta le caratteristiche e le modalità di impiego, coi diversi dosaggi e tempi di carenza.


 
I prodotti presentati sono tutti autorizzati dal Ministero della Salute e, per garantirne un utilizzo conforme, sono consultabili anche le rispettive Etichette ministeriali e Schede di sicurezza.
L’applicazione è realizzata in collaborazione con Image Line e grazie alla partnership con Fitogest, la banca dati completa degli agrofarmaci disponibili in Italia.


Fonte: Gowan Italia

Tag: internet

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 21 settembre a 132.247 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy