Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

Colture

vite-per-uva-da-vino

Vite per uva da vino
Vitis vinifera

La vite è una pianta antichissima che da milioni di anni è presente nelle zone temperate del pianeta; solo da qualche migliaio di anni però si è cominciato a produrre vino. Alla fine del 1800 ha cominciato a differenziarsi la coltivazione tra prodotto destinato alla produzione di vino e quello per il consumo fresco. Il frutto della vite è molto ricco di zucchero, soprattutto fruttosio e lattosio. Meno ricco di acqua rispetto ad altri frutti, ha però un effetto diuretico, dovuto al contenuto di potassio. Ha anche proprietà lassative, dovute all'azione di buccia e semi. La vite fa parte dell’ordine delle Rhamnales, famiglia delle Vitaceae o Ampelidaceae, sottofamiglia delle Ampelideae e genere Viti. Per l’interesse commerciale prendiamo in considerazione le specie americane (Vitis riparia, Vitis rupestris e Vitis berlandieri) ed europee (Vitis vinifera). Le viti che noi normalmente coltiviamo appartengono alla Vitis vinifera sativa. Il frutto della vite è una bacca (acino), costituito da un epicarpo o buccia, dal mesocarpo o polpa (tessuto molle e succoso) e dall'endocarpo (tessuto membranoso in cui sono contenuti i semi o vinaccioli). Gli acini sono posti sui pedicelli che formano, con le ramificazioni del grappolo, il raspo. La forma, la dimensione, il colore e il sapore variano a seconda della varietà. I cirri o viticci (erbacei durante l'estate, lignificano con la fine del ciclo vegetativo) sono organi di sostegno volubili. L’impianto dove vengono coltivate la vite si chiama vigneto o vitigno. La vite può essere coltivata per la produzione di uva da vino, di uva da tavola o da mensa, di uva da essicazione e di uva da conserve alimentari. L’uva da tavola può avere varietà con semi e senza semi o apirene. Fra le varietà più diffuse Italia, Victoria, Matilde, Michele Palieri, Zibibbo, Crimson Seedless. La scienza che studia il vino si chiama enologia. Possiamo avere uva con acini di colore bianco o giallo e rosso. I vini che vengono prodotti da questi acini possono essere bianchi, rossi o rosati. Menzione a parte meritano i vini passiti per la metodologia di produzione. Fra le varietà più diffuse Falanghina, Fiano, Greco di Tufo, Verdicchio, Aglianico, Primitivo, Nero d’Avola, Chardonnay, Pinot, Sauvigon, Cabernet Sauvigon, Merlot, Brunello, Sangiovese, Trebbiano, Montepulciano.

Info aziende

Etichette che crescono

Amylo-X®: il fungicida microbiologico ad ampio spettro d'azione, ora disponibile con nuove colture e nuovi patogeni da poco aggiunti in etichetta
biogard-amylo-x

Le colture agricole sono attaccate da importanti malattie crittogamiche e batteriche che creano non pochi problemi alle aziende agricole e spesso costringono a numerosi trattamenti per la difesa con gravi ripercussioni sull'ambiente e sul prodotto a causa dei residui che si accumulano. Nell' ...

Cantine aperte di cristallo

Il 4 marzo con Mtv Toscana e il Consorzio del Cristallo Colle di Val d’Elsa (Si) per un sabato speciale dedicato a bambini e appassionati di vino
cantine-aperte-di-cristallo-2017

Il prossimo 4 marzo appuntamento a Colle di Val d’Elsa (Si) per "Cantine aperte di cristallo" con Mtv Toscana e il Consorzio del Cristallo per un sabato speciale che vedrà i bambini protagonisti di un percorso nelle cristallerie in cui potranno vedere come la materia ...

Basilicata, i vigneti non si toccano

Braia difende i vigneti regionali dalle migrazioni dei diritti di reimpianto blindando con un provvedimento di giunta l'esecuzione in regione dell'articolo 66 del Regolamento Ue n 1308/2013
braia-in-vigna15feb2017regione-basilicata

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

I grandi produttori di vino transregionali sono avvisati: la Basilicata blocca l'emigrazione dei diritti di reimpianto dei vigneti. La Regione ha infatti recepito nelle proprie disposizioni regionali, per l'applicazione del Regolamento Ue n 1308/2013, il dettato dell'articolo 66 relativo ...

Solforosa nel vino, dai germogli di vite una alternativa

Ricercatori spagnoli stanno studiando la possibilità di sostituire l'anidride solforosa usata nella produzione del vino con dei composti estratti dai germogli della vite stessa
vendemmia-uva-vino-by-francis-bonami-fotolia-750

Tommaso Cinquemani di Tommaso Cinquemani

Sostituire l'anidride solforosa nella produzione del vino è possibile? Ricercatori dell'Ifapa (un istituto di ricerca pubblico spagnolo) hanno vinto il premio The vine science award per la loro ricerca sull'utilizzo di alcuni composti, chiamati stilbeni, estratti da ...

Rubrica: AgroInnovAzione

Sfoglia tutti gli articoli su
Vite per uva da vino

Video

6 feb 2017 94 visualizzazioni

Vino, miti e leggende metropolitane

Vino, anche comunicarlo è un'arte agronotizie.imagelinenetwork.com/agricoltura-economia-politica/2017/02/06/vino-anche-comunicarlo-e-un-arte/52760 A Roma si è tenuto un convegno organizzato dall'Onav dal titolo "Comunicare il vino". Una sfida per associazioni e giornalisti che devono coniugare rigore scientifico e semplicità. In un ambiente in cui sono troppi i ciarlatani e gli esperti improvvisati ••• In questo filmato: Francesco Iacono, direttore Arcipelago Muratori Servizio realizzato da: Tommaso Cinquemani Tutti i video di AgroNotizie sono su www.agronotizie.it/video-agricoltura/ Puoi seguirci anche su • www.facebook.com/AgroNotizietwitter.com/AgroNotizie Su AgroNotizie trovi approfondimenti dedicati alle tecnologie per l'agroalimentare, dalla precision farming fino alle innovazioni introdotte dal mondo della ricerca. Online, le interviste, i fatti, gli appuntamenti, novità dalle aziende. -------------------------------------------------------- AgroNotizie è un sito del network di Image Line: www.imagelinenetwork.com -- Soundtrack - Intro-outro: Upbeat Corporate by Canoe_Music via EnvatoMarket-AudioJungle

Fotogallery

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 16 febbraio a 130.727 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner