Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!
Una Mano per i Bambini

Viticoltura, macchine alternative al diserbo: obiettivo sostenibilità

Numerosa la partecipazione all'iniziativa tecnico-dimostrativa organizzata dalla Fondazione Edmund Mach e dal Consorzio vini del Trentino
trattore-vigneto-giornata-tecnico-dimostrativa-macchine-alternative-al-diserbo-maggio-2017-fonte-fondazione-edmund-mach.jpg

Sono stati due i cantieri di lavoro: uno per i sistemi di allevamento a pergola semplice e uno per il guyot

Più di 250 agricoltori hanno preso parte all'iniziativa tecnico-dimostrativa sulle macchine alternative al diserbo chimico organizzata oggi, 5 maggio 2017, a San Michele all'Adige (Tn) e promossa da Fondazione Edmund Mach e Consorzio vini del Trentino.

La giornata è stata organizzata al fine di sensibilizzare i viticoltori trentini verso un approccio di sostenibilità con riduzione degli input chimici ed ha visto la presenza del direttore generale della Fondazione Edmund Mach Sergio Menapace, del presidente del Consorzio tutela Vini del Trentino Bruno Lutterotti, e del direttore Graziano Molon

"Ottima occasione per vedere al lavoro diverse tipologie di attrezzature per il diserbo meccanico con versatilità per diverse architetture d'impianto del vigneto e giaciture" ha spiegato Sergio Menapace.
"Una tappa ulteriore, unitamente ai viticoltori trentini per il tramite del Consorzio vini, nel percorso fattibile di inserimento di una tecnica di coltivazione alternativa alla chimica come pratica ordinaria per la gestione del sottofilare, a sancire un impegno costante in tema di sostenibilità della produzione viticola"

"L'evento - ha proseguito Bruno Lutterotti - che sta diventando una felice consuetudine annuale per il Consorzio vini, è di strategica importanza per gli operatori e consente di vedere all'opera e testare di prima mano i macchinari, i quali, a date condizioni, diventano concrete alternative al diserbo chimico. Ringraziamo in primis la Fem per la collaborazione e poi tutte le persone che hanno reso possibile la realizzazione dell'evento"

Due i cantieri di lavoro: uno per i sistemi di allevamento a pergola semplice e uno per il guyot, entrambi su terreno declivo per verificare la lavorazione in pendenza.
Sono seguite le prove in vigneto con dimostrazione pratica da parte delle ditte produttrici di macchine alternative al diserbo interceppo.
Erano presenti macchine che eseguono operazioni come: lavorazioni interceppo mediante dischi, lamette, erpici rotanti, taglio dell'erba interceppo mediante spollonanti o simili, taglio dell'erba mediante decespugliatori.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 18 maggio a 132.253 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy