Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Registrati gratuitamente la tua agricoltura è online!

Contoterzisti, parte integrante del settore agricolo

Confai partecipa ad Agrilevante (Bari, 8/11 ottobre 2009). Il presidente Bolis: 'Attività agromeccaniche svolte al Sud da imprenditori agricoli, target cui tende la nostra associazione'

Bolis 1.jpg Leonardo Bolis, presidente di Confai
Confai parteciperà ad Agrilevante (Bari, 8/11 ottobre 2009), Fiera dedicata all’agricoltura organizzata da Unacoma Service.
La Confederazione agromeccanici partecipa per la prima volta ed avrà uno stand di rappresentanza istituzionale all’interno del quale proietterà video sulle principali tecniche di lavorazione del terreno e di interventi specifici di meccanizzazione agricola oltre a quello ludico di Tractor pulling.
 
Confai intende con questa presenza divulgare e promuovere la propria attività sindacale nel sud Italia, a tutela della categoria degli agromeccanici e contemporaneamente promuovere le proprie iniziative per il settore.
"Siamo certi di trovare il consenso da parte degli operatori – afferma il presidente nazionale di Confai, Leonardo Bolis dal momento che le attività agromeccaniche sono svolte in molte aree del Mezzogiorno da imprenditori agricoli, target imprenditoriale cui tende la nostra associazione come traguardo per ottenere pari opportunità di status".
 
Confai punta ad uscire dal limbo dell’artigianato, "in quanto di fatto è già parte integrante dell’agricoltura, almeno nella sostanza delle operazioni professionali svolte". Proprio la stretta connessione con il settore primario - si legge in una nota - piuttosto che con l’artigianato, legittima Confai a parlare di agricoltura.
 
"Non soltanto i contoterzisti svolgono oltre il 90 per cento delle operazioni di meccanizzazione professionale ad alto tasso tecnologico – insiste Bolis ma hanno per questo un monitoraggio costante e completo del settore agricolo. Elementi che ci consentono di parlare con competenza e partecipazione di agricoltura, al contrario di quanti invece dissertano di settore primario e agricolo, senza volerne farne parte".

Newsletter

Ricevi le notizie più importanti direttamente via e-mail

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy