Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

In Belgio si formano i giovani del cambiamento globale

Youth Ag-summit è la conferenza biennale, organizzata da Bayer, con l'obiettivo di trovare soluzioni concrete per un'agricoltura mondiale sostenibile. Per l'Italia i giovani Maurizio Junior Chiurazzi e Pietro Tonini

Info aziende
agvocate-maurizio-junior-chiurazzi-pietro-tonini-fonte-bayer.jpg

Nella foto: Maurizio Junior Chiurazzi (studente universitario, Campania) e Pietro Tonini (studente universitario, Veneto)

Il 9 ottobre 2017 è iniziata la terza edizione del Youth Ag-summit, la conferenza biennale a livello mondiale volta a ispirare e inserire la futura generazione di giovani leader nel settore agricolo e discipline correlate. 

Cento giovani talenti (di età compresa tra i 18 ed i 25 anni) sono arrivati a Bruxelles, Belgio, da tutto il mondo, per affrontare una delle più grandi sfide dell’umanità: come nutrire in modo più sostenibile una popolazione in crescita.

L'evento organizzato da Bayer, insieme alle due associazioni belghe di giovani agricoltori Groene Kring (Gk) e Fédération des jeunes agriculteurs (Fja), ha lo scopo di affrontare gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni unite (Sdgs) per porre fine alla fame nel mondo, raggiungere la sicurezza alimentare e promuovere un’agricoltura sostenibile. 

Parlando della collaborazione con Bayer, il presidente nazionale di Groene Kring, Giel Boey, ha affermato: "Siamo molto contenti di ospitare questo evento, che dà ai giovani la possibilità di collaborare e lavorare su soluzioni per un’agricoltura sostenibile. Non solo idee ma azioni concrete".
 
I delegati di 49 Paesi da ieri lavorano insieme per realizzare soluzioni innovative, sostenibili e percorribili per far fronte alle sfide globali della sicurezza alimentare.

Fino al 13 ottobre, i giovani lavoreranno per sviluppare progetti 'Thrive for change'; idee concrete per aiutare a raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni unite nelle loro comunità e Paesi. Attraverso un processo di selezione le idee migliori saranno scelte per futuri finanziamenti e sviluppo da parte di Bayer. 

Maurizio Junior Chiurazzi (studente universitario, Campania) e Pietro Tonini (studente universitario, Veneto) sono i giovani italiani partiti verso Bruxelles per trovare soluzioni alle sfide della sicurezza alimentare del pianeta.
 
Lo studente campano ha commentato così l'iniziativa: "Dal summit mi aspetto condivisione di idee, di esperienze e di conoscenze in un contesto stimolante e multiculturale, con l’obiettivo di identificare potenziali soluzioni ad alcune delle maggiori sfide attuali"; mentre Tonini ha affermato: "Mi aspetto di incontrare persone con background differenti con cui potrò arricchire le mie conoscenze e creare una rete di contatti utili per la mia carriera futura".  

Oltre ai dialoghi con gli esperti per stimolare la loro creatività, i delegati avranno l'opportunità di incontrare i responsabili politici europei dell'Unione Europea, visitare una delle aziende agricole innovative e sostenibili di Bayer, e ricevere spunti sulla sostenibilità messa in pratica da aziende e organizzazioni.

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 19 ottobre a 132.663 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy