Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
Una Mano per i Bambini

Toscana, aperte le candidature per un contratto di distretto agroindustriale

Pubblicato l'avviso pubblico per raccogliere le manifestazioni di interesse per realizzare investimenti per la valorizzazione delle produzioni primarie e della loro trasformazione e commercializzazione. Disponibili fino a 50 milioni

industria-alimentare-caseificio-impianto-by-279photo-fotolia-750.jpeg

Toscana, aperte le manifestazioni di intetesse per un contratto di ditretto per la trasformazione dei prodotti agroalimentari
Fonte foto: © 279photo - Fotolia

La Regione Toscana ha approvato e pubblicato l'avviso pubblico per manifestazioni di interesse a partecipare alla procedura per presentare al Mipaaf un contratto di distretto per lo sviluppo del settore agroalimentare e agroindustriale della Toscana del Sud.

Il contratto di distretto è un contratto stipulato tra il ministero e i soggetti beneficiari, che hanno sottoscritto un accordo di distretto, cioè un accordo fatto da diversi soggetti operanti in un territorio dove siano individuati gli obiettivi, le azioni, per la realizzazione di un programma o di un progetto specifico.

L'avviso è riservato alle imprese della trasformazione e della commercializzazione del settore agroalimentare e agroindustriale localizzate nell'area Sud della Toscana e possono partecipare aziende singole e associate, organizzazioni di produttori agricoli e rappresentanze di distretti rurali e agro-alimentari.

I settori che possono essere coinvolti in questo progetto sono quello zootecnico, lattiero caseario, cerealicolo, ortofrutticolo e florovivaistico, olivicolo e anche il comparto dell'acquacoltura.

L'obiettivo della regione è raccogliere e selezionare progetti preliminari di un buon numero di imprese, per favorire l'attivazione di un contratto di distretto col Mipaaf, a partire dal prossimo autunno.

Lo scopo è quello di valorizzare le produzioni agricole primarie attraverso la loro trasformazione, creando così un aumento del valore aggiunto per gli agricoltori e anche favorire processi di riorganizzazione dei rapporti tra i vari soggetti che operano sul territorio.

Attraverso la manifestazione di interesse, le aziende si candidano per partecipare a questo progetto e la regione può raccogliere così la disponibilità delle imprese a realizzare degli investimenti.

Possono candidarsi e presentare proposte progettuali sia grandi che piccole e medie imprese del settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, il requisito minimo però è che il progetto preveda un investimento di almeno 500mila euro e fino ad un massimo di 50 milioni.

I fondi stanziati potranno coprire gli investimenti materiali e immateriali per la produzione agricola primaria, gli investimenti per la trasformazione e la commercializzazione di prodotti agricoli, gli investimenti per la trasformazione di prodotti agricoli in prodotti non agricoli, i costi per la partecipazione dei produttori di prodotti agricoli ai regimi di qualità e alle misure promozionali e i progetti di ricerca e sviluppo nel settore agricolo.

Le candidature, compilate con l'apposito modulo e complete delle schede progettuali e dello studio di fattibilità, devono essere consegnate agli uffici regionali entro e non oltre il 16 ottobre 2017 tramite Posta certificata all'indirizzo: regionetoscana@postacert.toscana.it.

La mail deve riportare come oggetto la dicitura: 'Settore Gestione della Programmazione Leader - Attività gestionale sul livello territoriale di Siena e Grosseto - Inoltro manifestazione d'interesse per la presentazione al Mipaaf di un contratto di distretto per lo sviluppo del settore agroalimentare e agroindustriale della Toscana del Sud'.

Per maggiori informazioni è possibile contattare i referenti regionali dell'avviso pubblico Fabio Fabbri, telefono 055 4386572, e-mail fabio.fabbri@regione.toscana.it e Claudio Galli, telefono 055 4386575, e-mail claudio.galli@regione.toscana.it.

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Syngenta Italia
Kuhn Italia
Adama Italia
Bayer
ILSA
KWS Italia S.p.A.
Gowan Italia
Valagro
Rotam Agrochemical Europe
BASF Italia
Arysta Lifescience
EuroChem Agro
Sapec Agro Italia
Argo Tractors :: Landini
Italpollina
Biolchim
Chimiberg
Compo Expert Italia
Cheminova Agro Italia
Sumitomo Chemical Italia
Cifo
Adriatica
Kollant
CBC (Europe) :: Divisione Biogard
Belchim Crop Protection Italia

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 23 novembre a 133.765 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy